In questo breve viaggio della durata di 4 notti e 3 giorni e mezzo di pesca ci siamo recati a trovare la nostra guida Carlos in EXTREMADURA.  Volevamo vedere con i nostri occhi cosa ci proponeva lui come guida di pesca, ma anche renderci conto di persona delle potenzialità del luogo e dell’alloggiamento insieme a tutte le varie componenti che servono per poter proporre un prodotto di qualità. 

L’EXTREMADURA è ormai meta conosciuta da anni per le varie competizioni internazionali che si svolgono ogni anno. Competizioni che si rivolgono principalmente al Bass Fishing, ma avendo la possibilità di pescare 4 diversi laghi (che loro chiamano Embalsi o Pantani) ci ha dato l’opportunità di vedere e provare spot da luccio ma anche da lucioperca oltre al Bass (che in questo caso abbiamo ignorato) da non dimenticare l’opportunità di poter pescare anche i siluri e i barbi per chi fosse interessato.

Facendo un raid veloce, sapevamo già in partenza che non sarebbe stato facile portare a casa “il trofeo” in più condizioni non ottimali a livello meteo non ci hanno aiutato. Ma non era questo lo scopo del viaggio, a noi interessava capire le potenzialità, la logistica, il livello del servizio. E ne siamo rimasti piacevolmente colpiti.

Facilmente raggiungibile da Madrid con un viaggio di 300km, l’Extremadura si trova quasi al confine col Portogallo, incastrata in mezzo a colline brulle e a volte in montagne con pareti a picco sugli specchi d’acqua può ricordare alcuni nostri laghi alpini. Abbiamo scelto come soluzione abitativa una “casa rural “

Nel piccolo centro di CASA DI DON PEDROS, a soli 5 min dall’embalse de Orellana e a 25min da Garcia Sola,

Una soluzione famigliare, con prima colazione inclusa, un ambiente pulito ed accogliente, nuovo e confortevole in tutto con wifi incluso super consigliato perché logisticamente molto comodo.

La pesca si è differenziata tra i 2 spot pescati, se all’Orellana abbiamo prevalentemente pescato in acque medio basse dove funzionavano esche piccole (gomme da 4-6 pollici, chatterbait, spinnerbait) a Garcia Sola abbiamo pescato in maniera più simile ad uno stile “italiano “su fondali di 10-15 m con gomme importanti e teste piombate sui 40-60gr (consigliato qualche passaggio a traina)

Perca, lucci, e Bass convivono nello stesso spot, quindi ogni volta non si mai cosa possa mangiare, certo l’utilizzo di diversi artificiali può selezionare ma non sempre è così…con questi predatori tutto è possibile !

Abbiamo capito grazie ai sapienti consigli di Carlos (super guida e splendida persona) che se si vuole insidiare i grossi lucci bisogna concentrarsi nei mesi invernali (novembre-dicembre -gennaio) mentre il perca si trovano attivi tutto l’anno, ed i Bass da Primavera ad Autunno inoltrato.

La Barca di Carlos una Bassboat da 80cv, con motore elettrico di prua da 80lb e 2 eco Garmin si presta per una pesca ottimale a 2 pescatori, eventualmente per gruppi di 3 o più persone esiste la possibilità di appoggiarsi ad un’altra guida locale. Carlos parla inglese, e capisce e parla abbastanza bene l’italiano è un vero e proprio dispensatore di consigli e suggerimenti per ogni spot spiegando al centimetro come e cosa conviene fare. Cosa importante da non sottovalutare, lui NON PESCA lasciando spazio ai clienti!!

Siamo tornati a casa arricchiti da una esperienza bellissima seppur breve, una meta economica, alla portata di tutti perché sapientemente guidati che merita di essere vissuta almeno una volta.

Hasta Luego Carlos y Extremadura

Se siete interessati ad una esperienza in EXTREMADURA clicca qui

Lascia un commento

Add a comment